Le Origini

Aione II, principe beneventano di stirpe longo-barda, che visse nella seconda metà del IX secolo, è la prima figura storica significativa di Tufo. Le vicende di cui fu protagonista o che a lui rinviano costituiscono il passaggio dalla preistoria alla storia di questo paese che si affaccia sulla media valle del fiume Sabato, le cui fertili terre hanno dato sostentamento ai suoi primi abitanti e a quelli che sono venuti dopo di loro. Aione scelse le colline che diradano alle spalle di Tufo per costruire un fortilizio, Turris Aionis, da cui prende il nome l’odierna Torrioni, così da sbarrare la strada a quanti volevano avanzare verso Benevento e impadronirsi del suo principato.
In quell’epoca, intorno alla Turris Aionis e al Castello di Tufo, si sviluppò una fiorente economia agricola. Non di rado, i conflitti cruenti tra la comunità di Tufo e quelle limitrofe, che cercavano di impadronirsi delle due costruzioni fortificate, sfociavano in saccheggi e distruzioni delle colture esistenti, grano e vigne.